Conferenza Stampa dei collaboratori di Mister Zeman – Cangelosi, Ferola e Modica

Ecco la conferenza stampa dei collaboratori di mister Zeman Cangelosi, Ferola e Modica.

Come avete ritrovato Francesco Totti: “Ho ritrovato Francesco Totti più uomo rispetto al ragazzo che conoscevo. Fisicamente siamo ancora all’inizio ma ha sempre una grandissima voglia di lavorare“.

E’ stata stilata una tabella nutritizionale? “E’ stato fatto un piano insieme al Dott. Angelini. E’ stato stilato un piano nutrizionale per le varie fasi del ritiro. Mangiano bene, in maniera bilanciata. Sono stati svolti test per visionare la struttura di ogni atleta. Verdure a buffet, un primo, un secondo e la frutta. Ci vuole bilanciamento per esigenze personali e per il carico quotidiano“.

Come stanno i ragazzi? “E’ un film già visto. Tutti si lamentano ma tutti lavorano. ERa stato dato un programma preritiro e si son presentati tutti in buon condizioni“.

Chi vi sembra più preparato? “E’ solo il secondo giorno e quindi è prematuro paralre di chi sta meglio o è più preparato“.

E’ una preparazione per una partenza sprint o a lunga gittata? “Questa è la base per tutta la stagione ma il rendimento dovrà esser costante in tutta l’annata“.

Ci son già stati i primi piccoli problemi muscolari: “Ci sarà una fase di adattamento ad un determinato ritmo di lavoro quindi è normale che qualcuno ne risenta più di altri“.

Il ritiro va visto come la base della stagione. Sempre ci saranno due allenamenti al giorno: mattina atletica e pomeriggio tecnica e tattica. La velocità arriverà con il tempo. Da oggi pomeriggio si vedrà il pallone“.

Lei conosce Zeman dal 1989 e come è cambiato: “Non è cambiato ma ha limato qualcosa dovuta all’esperienza. Resta sempre un tecnico moderno e da sempre spunti nuovi“.

Differenze con la prima esperienza giallorossa: “Siamo solo qui da quattro giorni. Dobbiamo ancora veder se ci sono differenze“.

I portieri si stanno allenando come giocatori di movimento: “Questo è un periodo fondamentale e di base. E’ chiaro che più avanti vi saranno delle differenze ma per il mister il portiere è complementare alla squadra e non una figura a se. Valuteremo i vari portieri man mano che li conosceremo meglio“.

La preparazione verrà modificata in base alla tournèe americana? “Assolutamente no. Sebbene siano partite amichevoli l’intenzione è quella di esprimersi al meglio e di fare bella figura“.

Comments are closed.