DI FRANCESCO: “Gioca uno tra Schick e Under, insieme a Dzeko. Nainggolan...

DI FRANCESCO: “Gioca uno tra Schick e Under, insieme a Dzeko. Nainggolan non convocato. Basta errori” (VIDEO)

SHARE

Consueta conferenza stampa alla vigilia di un match. Eusebio Di Francesco presenta la partita di domani contro la SPAL, in programma allo Stadio Olimpico alle 18.30, come anticipo della quindicesima giornata di Serie A. Queste le parole dell’allenatore giallorosso:

Sconfitta a Madrid e pareggio a Genova. Come ha preparato la gara con la SPAL?

“Non si può più sbagliare perché davanti vanno forte. La SPAL verrà a giocarsela, lo ha fatto anche col Chievo, tra le neopromosse è quella che sta facendo meglio e ha calciatori importanti. e entriamo in camp con la mentalità sbagliata ci posso far male “

Emerson come sta?

“Non sta ancora al 100%, con la Primavera ha giocato bene, non è detto che in questa gare non possa essere impiegato”.

Schick?

“Sono contento che si sia allenato senza problemi, ha grandi qualità. Può giocare dall’inizio? Non è detto, sceglierò domani parlando col ragazzo”.

L’intervista di Totti?

“Passaggi particolari non ce ne sono, mi è piaciuto come ha parlato della crescita del figlio. Senza pressioni, è un bambino, non un potenziale campione. Anche quando parla di Tommasi e Montella ha scelto le parole giuste. Il Napoli campione? Spero che lo Scudetto sia un po’ più al centro e meno al sud (ride)”.

Luca Pellegrini?

“In questo momento abbiamo due terzini come Kolarov ed Emerson. Lui ha grande potenzialità, non ho dubbi. E’ stato sfortunato a farsi male perché nella tournée avrebbe giovato molte gare importanti. Si allena sempre bene, è caparbio, sabato giocherà con la primavera”.

Domani si gioca Napoli-Juve. Invidia qualcosa?

“Non invidio mai nulla, ma il poter allenare una squadra per tanto tempo da dei vantaggi, come nella mia esperienza a Sassuolo. Spero pareggino”.

Come si è gestito il caso De Rossi? Schick come sostituto o con Dzeko?

“Più facile giochino insieme. A De Rossi ho dato uno schiaffo. Al di la delle battute, non è la prima volta che sbaglia ma con me lo è. Come ogni figlio va aiutato quando sbaglia, poi c’è un regolamento interno e lui pagherà, ma resta tutto all’interno. Si riparte da zero, facendo attenzione agli atteggiamenti ma mettendo da parte certe cose col sostegno di tutti, soprattutto lui che è un grande romanista ha bisogno del sostegno della sua gente”.

Under?

“Domani c’è una chance, giocherà o lui o Schick. Non è facile per lui, in più chi ha giocato al suo posto ha fatto bene. Ma lui si allena sempre bene e ne sono felice”.

Nainggolan e Perotti possono riposare?

“Nainggolan non verrà convocato, ha un affaticamento per le troppe partite, abbiamo scelto con lo staff di riportarlo in condizioni ottimali. Perotti ha un problemino da valutare, ma difficilmente sarà in campo dal primo minuto”.

Lorenzo Pellegrini dall’inizio?

“Lorenzo è un ’96, i giovani vanno supportati e non messi alla gogna. A Madrid è stato poco brillante, ma sono sereno e anche lui deve esserlo, sono qui per cercare di aiutarlo dal punto di vista della tranquillità con la quale affronta le partite”.

Un uomo che possa saltare l’avversario. Può essere Schick?

“Cambi di modulo si, non sono più integralista vero? Cambiare però se le cose vanno bene è sbagliato, dobbiamo dare continuità al lavoro, lui ha le qualità giuste, sarà un valore aggiunto per la squadra in tutte le zone del campo, può fare il centravanti o l’esterno leggermente più accentrato”.

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY

*