DI FRANCESCO: “Derby giocato sul filo dell’episodio, c’è rammarico. Dobbiamo migliorare ma...

DI FRANCESCO: “Derby giocato sul filo dell’episodio, c’è rammarico. Dobbiamo migliorare ma siamo abbonati a pali e traverse”

SHARE

Eusebio Di Francesco, tecnico della Roma, ha commentato così ai microfoni di Premium Sport il pareggio a reti bianche nel derby contro la Lazio:

“E’ stata inizialmente una partita sporca, non siamo stati bravi sulle seconde palle, poi quando abbiamo spostato Nainggolan dietro le punte siamo migliorati molto. Loro sono stati un po’ più determinati di noi, non è stato facile anche dopo il grande entusiasmo della Champions. Ci teniamo questo punto con un pizzico di rammarico per i legni presi ma in questa stagione siamo abbinati ai pali e alle traverse. Dovevamo essere più lucidi in alcuni tratti della gara. Tutte e due le squadre hanno buttato spesso la palla lunga ma anche perché il derby è una gara diversa dalle altre, nessuna delle due voleva perdere. Bisogna anche dare i meriti alla Lazio che è scesa in campo con grande temperamento, ma non potevo chiedere di più ai ragazzi. Come sta Manolas? Ha preso una botta e ha avuto i crampi. Ha giocato lo stesso con la febbre e poi alla fine non ha retto muscolarmente e l’ho cambiato. L’ingresso di El Shaarawy? E’ entrato benissimo, nell’ultimo periodo sta facendo molto bene. Nelle ultime gare ha avuto meno spazio rispetto a prima e da Stephan mi aspetto sempre molto. Perché in campionato si vede meno la Roma vista in Champions? Perché si vede che è da campionato e non da Champions. Al di là di questo le dinamiche delle gare sono diverse, loro hanno sporcato la partita e l’hanno fatto al meglio. Il Barcellona invece vuole giocare e ti permette di avere un’aggressività diversa: noi abbiamo sempre sofferto le partite sporche. Ma noi dobbiamo sempre avere lo stesso atteggiamento, sia in Europa che in Serie A: bisogna avere sempre lo stesso approccio. Dzeko insostituibile? Vedremo, dipende anche dalle sue sensazioni. E’ sempre un giocatore pericoloso anche se in alcuni momenti ha sbagliato le scelte”


DI FRANCESCO A SKY SPORT:

Partita vibrante, quanto pesano i due pali?
“Beh in una partita del genere, sporca, non bella, loro ci hanno portato a giocare in questo modo, noi meno, dovevamo cercare più palleggio, ci siamo mossi molto male, specialmente all’inizio con i due attaccanti, con Schick e Nainggolan che si sono appiattiti troppo, verso la mezz’ora con Radja dietro la punta, abbiamo fatto meglio. La Lazio ha mostrato maggiore determinazione in alcuni momenti, poi nel finale abbiamo avuto tante occasioni che non siamo riusciti a realizzare come ci capita spesso”

Avete avuto 2 giorni di recupero, doveva darvi più intensità?
“Credo che la nostra crescita specialmente a Trigoria, deve esserci la capacità di trattare tutte le partite nello stesso modo, obiettivamente sembrava un derby diverso dal solito, questo non va bene, dobbiamo essere bravi a trattarle tutte allo stesso modo, come accade anche con le piccole, dove sbagliamo a volte l’approccio”

La Lazio segna di più di voi ma voi tirate di più, come si può risolvere questo problema? Tecnico o psicologico?
“Ce la portiamo dietro da tempo, l’abbiamo migliorata in Champions paradossalmente, sta a significare che ce l’abbiamo nel dna, dobbiamo migliorare nell’ultimo passaggio, nell’ultima scelta, anche nella capacità di aggirare un avversario rimasto in dieci, dovevamo farlo meglio, sfruttando meglio le corsie esterne. Cerco di allenarli su questo aspetto, contro la Fiorentina avevamo creato tanto, negli allenamenti mi ero arrabbiato perchè avevo visto poca determinazione, credo che i ragazzi facciano il massimo, a volte ci manca qualità nel concretizzare”

Si gioca un calcio diverso in Europa?
“Secondo me si, il Barcellona è più forte come valori rispetto a noi, ma esce palla al piede da dietro, gioca col palleggio. Questo a noi ci favorisce un pochino, la Lazio ha grande fisicità in mezzo al campo, a volte noi non riusciamo a fare le giocate con qualità, è un difetto”

Di solito chi gioca a tre mette il difensore centrale più tecnico, perchè invece schieri lì Manolas?
“Perchè Manolas se lo metto sui lati non ha il desiderio di creare superiorità numerica quando riconquistiamo palla, mentre diventa bravissimo a coprire spazi all’indietro nella nostra metà campo, devo leggere anche le qualità dei giocatori, Fazio ha il desiderio di più di prendere iniziative in avanti, stessa cosa Jesus”

 

 

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY

*