PETRUZZI: “Prima parte di stagione illusoria” – GIANNINI: “E’ presto per dare...

PETRUZZI: “Prima parte di stagione illusoria” – GIANNINI: “E’ presto per dare per morta la Roma” – GRAZIANI: “Vergognoso crollare così” – PRUZZO, DI LIVIO: “Servono rinforzi”

SHARE

RADIO EX  Dopo la pesante sconfitta contro l’Atalanta, queste le considerazioni degli ex calciatori giallorossi sparsi nell’etere radiofonico:

GIUSEPPE GIANNINI a Centro Suono Sport:
“Il crollo della Roma sinceramente è inspiegabile, forse a livello fisico la squadra ha pagato il grande sforzo fatto in Champions League. Sinceramente aspetterei prima di dare per morta questa squadra. Le dichiarazioni nel post gara non sono state belle, però i momenti di difficoltà si superano tutti insieme. Non consideravo la Roma in corsa per lo Scudetto, non mi aspettavo in campionato molto di più. Non credo che Di Francesco rischi il posto, ha fatto comunque un ottimo lavoro e dentro Trigoria sapevano già che la Roma non era competitiva al pari di Napoli e Juventus”

FABIO PETRUZZI a Centro Suono Sport:
“La prima parte di stagione della Roma è stata illusoria, sinceramente non ho mai pensato che questa squadra potesse lottare per lo Scudetto, perchè ho sempre sostenuto che nell’undici la Roma si fosse indebolita. Di Francesco fino ad un mese fa è stato il reale valore aggiunto e continuo a ritenerlo l’unico in grado di trovare una soluzione. Il mercato estivo della Roma è stato fallimentare, Under, Moreno, Gonalons è gente non da Roma, Karsdorp è rotto, Defrel è sempre rotto. In questo momento c’è anche un evidente calo fisico, soprattutto nei giocatori più importanti.

ANGELO DI LIVIO a Tele Radio Stereo:
“I primi responsabili della disfatta di sabato sono i giocatori. Se fossi in Monchi prenderei coraggio e metterei mano a questa squadra, cedendo quei calciatori che evidentemente non sono adeguati”

CICCIO GRAZIANI a Centro Suono Sport:
“Non mi sarei mai aspettato un crollo così. Il primo tempo contro l’Atalanta è stato vergognoso, pietoso. Anche nel secondo tempo, in superiorità numerica, la Roma non è stata in grado di ribaltare il risultato. In questo momento la Roma sembra un accozzaglia di gente, che si vede all’Olimpico per fare una partitella. E’ incredibile come questa squadra ciclicamente incappi in questi crolli strutturali. Credo che Eusebio Di Francesco a questo punto debba cambiare qualcosa sul piano del modulo, per rivitalizzare questa squadra”

ROBERTO PRUZZO a Radio Radio:
“Non è facile trovare una soluzione, ci sono una serie di considerazioni da fare: la partita con l’Atalanta un segnale di quello che sta succedendo alla Roma l’ha dato. Corre meno degli altri e fatica a trovare soluzioni davanti. Le partite di coppa col Chelsea sono un lontano ricordo. Non vedo rivolte o alzate di muro nei confronti dell’allenatore. Strootman è la voce della società in questa momento. Non so cosa sia successo dopo il passaggio del turno in Champions. La Roma non aveva un piano B sul mercato e spero che ora possa metterci una pezza”.

UBALDO RIGHETTI a Tele Radio Stereo:
“Al di là dell’atteggiamento dei singoli, bisogna guardare le cose sul piano del collettivo. Un consiglio a Di Francesco? Delle volte bisogna saper scegliere e rivedere delle cose che si fanno, l’unico a non cambiare mai è Sarri. Anche Spalletti lo scorso anno passò alla difesa a 3 per le esigenze di squadra”

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY

*