Quando Strootman disse: “Mai alla Juve”. La parola dell’uomo più forte della...

Quando Strootman disse: “Mai alla Juve”. La parola dell’uomo più forte della clausola del giocatore (VIDEO)

SHARE

FOCUS CGR – Estate 2016, ritiro di Pinzolo. La Roma torna ad allenarsi agli ordini di Luciano Spalletti, dopo un girone di ritorno da record. A poche settimane dal preliminare di Champions contro il Porto, Kevin Strootman si presenta in sala stampa. Dopo 2 stagioni, l’olandese torna a svolgere integralmente la preparazione estiva. La prima fase del mercato giallorosso sconvolta dal “tradimento” di Pjanic, passato alla Juventus attraverso l’esercizio di una clausola rescissoria. Ecco, la clausola: un termine che racchiude sogni infranti, clamorosi addii, contestazioni. L’ultima, quella di Neymar, scippato dal Psg al Barcellona, ha rivoluzionato il calciomercato mondiale, lasciando un segno indelebile che produrrà effetti a catena (speriamo non disastrosi) nel calcio nostrano. La conferenza stampa, dicevamo, ha segnato un distacco definitivo tra Pjanic e i suoi ex compagni. Portatore del verbo dello spogliatoio, l’olandese, che indosserà nei mesi successivi anche la fascia da capitano: “Pjanic chi?” sorride, ma non troppo, col suo solito ghigno l’oranje, poi la dichiarazione che fa il giro del web e delle radio a velocità luce: “Andresti mai alla Juventus? – uno, forse due secondi e poi “No, io no”. 

A distanza di 12 mesi circa, la Juventus si riaffaccia dalle parti della Roma. Kevin Strootman ha da poco rinnovato il contratto fino al 2022 con una promessa: “Resto qui perchè devo tanto alla Roma, ai tifosi, a questa società dopo il mio lungo stop, voglio vincere dei titoli, voglio regalare delle gioie al pubblico romanista”. Abbracci, baci, foto di rito e quell’orgoglio di indossare ancora questa maglia, dimostrando di  essere uomini di parola. Al pari di Radja, al pari di Daniele. Un blocco unito, cementato, il cuore pulsante, l’anima della Roma.

In Olanda gira da alcuni giorni la voce di un concreto interesse dei bianconeri per Strootman: 45 milioni la clausola rescissoria inserita nell’ultimo rinnovo, della quale però non si conoscono i contorni, la data di attivazione, la validità territoriale. Le vie del mercato sono infinite e nessuno, tranne Strootman, può realmente dire cosa accadrà, perchè la decisione finale – tecnicamente – in questi casi spetta ai calciatori. L’olandese però si è espresso, non più tardi di un anno fa: “Mai alla Juve” e conoscendo l’uomo, prima che il giocatore, c’è da credergli, fino a prova contraria.

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY

*