Raggi: “Con lo stadio 800 milioni dagli stranieri”

Raggi: “Con lo stadio 800 milioni dagli stranieri”

SHARE

Pubblicata oggi la variante al piano regolatore, chi fosse interessato potrà presentare osservazioni entro l’11 giugno all’Ufficio Protocollo del Dipartimento Programmazione e Attuazione Urbanistica del Comune Andrea DeAngelis «Stiamo procedendo secondo il cronoprograrmma, voglio ricordare che con questo progetto arrivano 800 milioni di investimenti stranieri sulla città. È evidentemente una opportunità dì rilancio per l’economia di Roma e del Paese. Stiamo andando avanti a tempi serrati e ce la faremo». Con queste parole la Sindaca di Roma Virginia Raggi ha completato la due giorni meravigliosa del presidente Pallotta e di tutta la squadra. (…) Oggi inizia ufficialmente l’iter che porterà all’approvazione della Variante al Piano Regolatore Generale della città, con la pubblicazione del progetto (online e negli uffici comunali preposti). Un iter in via ordinaria che prevede un’attesa di almeno 60 giorni.  (…) La nuova alleanza, o forse sarebbe meglio definirla tregua, tra la Raggi e il Governatore della RegioneNicola Zingaretti, aveva portato i tecnici del Comune e l’assessore Luca Montuori ad assecondare la cautela regionale, procedendo come sappiamo. E qui è intervenuto il presidente Pallotta, ricordando l’urgenza (e i costi) dell’opera, per innanzitutto evitare che i 60 giorni diventino 90, o peggio ancora. Ed ottenendo subito il primo risultato. «L’iter per il progetto del nuovo stadio procede senza intoppi – ha prontamente assicurato su Facebook il capogruppo capitolino del M5SPaolo Ferrara, postando una foto proprio con Pallotta -. Come previsto, dopo la pubblicazione, la delibera finale verrà approvata in Giunta e arriverà in Assemblea capitolina per l’approvazione della variante urbanistica entro l’estate». (…). Quindi senza perdere troppo tempo nel la valutazione delle sicuramente tante osservazioni e richieste di modifica che arriveranno. L’idea sembra essere quella di bocciarle tutte, almeno in linea di principio, proprio per garantire un Iter spedito. In questo scenario poi si inserisce la questione relativa alla Convenzione, il contratto che legherà pubblico e privato, in sostanza il Comune da una parte, e dall’altra la Roma e Eurnova.  La Convenzione è ancora tutta da scrivere. (…) Ed allora la voce grossa di Pallotta, seguita alle strette di mano di ieri, serve proprio a ricordare che in questa fase “negoziale” Il coltello dalla parte del manico ce l’ha, come ègiusto che sia, chi investe. Una strategia chiara che ha già pagato e che sta nuovamente dando i frutti sperati. Verso il nuovo stadio.

Fonte: Il Romanista – A. De Angelis

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY

*