Roma e la semifinale: lo spauracchio CR7, il ritorno di Salah o...

Roma e la semifinale: lo spauracchio CR7, il ritorno di Salah o la corazzata di Heynckes nell’urna di Nyon

SHARE

FOCUS CGR – Dopo l’impresa contro il Barcellona, la Roma venerdì mattina a Nyon conoscerà l’avversaria delle semifinali di Champions League (andata 24-25 Aprile, ritorno 1-2 Maggio). Rimaste in gara il Real Madrid pluricampione di Zidane, il Bayern Monaco di Jupp Heynckes e il Liverpool di Klopp, tre corazzate completamente diverse per qualità tecniche, sviluppo di gioco e tradizione in questa competizione:

REAL MADRID –3 finali vinte in 4 anni, CR7 goleador ma la difesa balla: E’ evidente che i blancos siano alla vigilia di questa semifinale i favoriti assoluti della competizione, per le tre Champions conquistate negli ultimi anni, per i record di gol di Cristiano Ronaldo a segno 15 volte già in questa stagione europea e per una certa tutela arbitrale (al pari di quanto avviene per il Barcellona). La squadra di Zidane ha dalla sua parte la tradizione straordinaria in Champions e una serie di calciatori abituati a giocare partite di questo livello: Navas, Sergio Ramos, Carvajal, Marcelo, Kroos, Modric, Casemiro, Ronaldo, Benzema sono i senatori di una squadra pluridecorata ma il Real contro la Juve ha dato segnali di cedimento. Il rendimento in Liga è decisamente inferiore alle attese: attualmente il Real la quarta posizione in campionato con 15 punti di ritardo dal Barça capolista frutto di 5 sconfitte, 7 pareggi e 19 vittorie nelle 31 sfide di campionato sin qui disputate. Tanti, tantissimi i gol 77 ma anche tanti quelli subiti 34. In Champions però il Real si trasforma: in 10 match, 7 vittorie, 2 sconfitte (contro Tottenham e Juventus) e un pareggio con 26 reti realizzate e 12 gol incassati.

BAYERN MONACO: Heynckes l’eroe del triplete, Lewandowski trascinatore, problema Neur? – Dopo la clamorosa eliminazione con polemiche arbitrali dello scorso anno contro il Real Madrid, il Bayern Monaco torna nelle migliori quattro d’Europa. I bavaresi dopo l’allontanamento di Ancelotti hanno ritrovato Jupp Heynckes che nel 2012-2013 centrò uno storico triplete vincendo Champions, Bundesliga e Coppa di Germania. I tedeschi hanno raggiunto per la 4 volta negli ultimi 5 anni le semifinali di Champions, ma dall’ultimo trionfo sono stati sempre eliminati (nel 2013-2014 dal Real Madrid, nel 2014-2015 dal Barcellona, nel 2015-2016 dall’Atletico Madrid). Heynckes applica un 4-1-4-1 modulabile in un 4-3-3 a seconda dell’avversario, sfruttando la velocità di Robben, James Rodriguez e Ribery in funzione del lavoro straordinario da centravanti di Robert Lewandowski: l’attaccante polacco è il miglior marcatore stagionale dei bavaresi con 35 gol stagionali (di cui 5 in Champions League). Sono solo 3 le sconfitte stagionali in campionato per il Bayern Monaco, che invece in Champions ha perso solo con il Psg 3-0 a Parigi, totalizzando 8 vittorie e 1 pareggio (0-0 col Siviglia), 23 reti segnate e solo 8 subite. Il dubbio più grande riguarda Manuel Neuer, che solo dopo un lunghissimo infortunio, è tornato ad allenarsi recentemente con la prima squadra, difficile immaginare sia presente per le semifinali.

LIVERPOOL – L’anarchia offensiva di Klopp, Momo Salah super Bomber e unica imbattuta in Champions: Sorpresa al pari della Roma in semifinale è l’unica inglese rimasta delle cinque ai nastri di partenza. I “Reds” hanno asfaltato il Manchester City di Guardiola con un piano tattico chiaro: intensità, pressing a tutto campo, velocità d’esecuzione e poi palla a Momo Salah: l’ex attaccante giallorosso in questa stagione ha trovato la definitiva consacrazione realizzando 39 gol e 14 assist in 44 partite, con ben 8 reti in Champions League. In Premier League il Liverpool fa parte stabilmente del gruppone di testa, attualmente al terzo posto con 67 punti (19 vittorie, 10 pareggi, 4 sconfitte tutte fuori casa), anche qui il numero di gol è straordinario: 75 reti realizzate ma sono 35 quelle subite. Il rendimento europeo però è clamoroso: il Liverpool infatti finora in Champions è imbattuto (6 vittorie e 4 pareggi) con 35 gol segnati e solo 7 incassati. Artefice del miracolo certamente è Jurgen Klopp che dopo aver portato il Borussia Dortmund ad un passo dal sogno (spezzato in finale dal Bayern Monaco) vuole compiere il miracolo anche col Liverpool riportandolo dopo anni di assenza dalla massima competizione in semifinale (l’ultima addirittura nel 2007-2008).

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY

*