Totti, apre ‘il vaso di Trigoria’: da Pallotta a Baldini, da De...

Totti, apre ‘il vaso di Trigoria’: da Pallotta a Baldini, da De Rossi a Conte. I 10 passaggi chiave della conferenza (FOTO)

SHARE
????????????????????????????????????

FOCUS CGR – Francesco Totti dopo quasi 30 anni ha detto oggi ufficialmente arrivederci alla Roma. Non addio – almeno è ciò che ha auspicato in più di un passaggio della lunga conferenza l’ex capitano della Roma – ma certamente un distacco forte, intenso. Un Totti tracimante, che ha vuotato il sacco dopo anni di male parole, di articoli indirizzati per farlo cadere, di giochi di potere che come effetto hanno avuto quello di “deromanizzare” la Roma.

TOTTI ADDIO CONI

TOTTI AL CONI PER ADDIO 25
TOTTI AL CONI PER ADDIO 28
TOTTI AL CONI PER ADDIO 27
TOTTI AL CONI PER ADDIO 29
TOTTI AL CONI PER ADDIO 24
TOTTI AL CONI PER ADDIO 23
TOTTI AL CONI PER ADDIO 17
TOTTI AL CONI PER ADDIO 18
TOTTI AL CONI PER ADDIO 20
TOTTI AL CONI PER ADDIO 21
TOTTI AL CONI PER ADDIO 22
TOTTI AL CONI PER ADDIO 19
TOTTI AL CONI PER ADDIO 15
TOTTI AL CONI PER ADDIO 14
TOTTI AL CONI PER ADDIO 13
TOTTI AL CONI PER ADDIO 12
TOTTI AL CONI PER ADDIO 11
TOTTI AL CONI PER ADDIO 10
TOTTI AL CONI PER ADDIO 9
TOTTI AL CONI PER ADDIO 8
TOTTI AL CONI PER ADDIO 7
TOTTI AL CONI PER ADDIO 5
TOTTI AL CONI PER ADDIO 6
TOTTI AL CONI PER ADDIO 4
TOTTI AL CONI PER ADDIO 30
TOTTI CONI 10
TOTTI AL CONI PER ADDIO 0
TOTTI AL CONI PER ADDIO 1
TOTTI AL CONI PER ADDIO 3
TOTTI AL CONI PER ADDIO 2
TOTTI CONI 9
TOTTI CONI 7
TOTTI CONI 8
TOTTI CONI 6
TOTTI CONI 5
TOTTI CONI 4
TOTTI CONI 1
TOTTI CONI 2
TOTTI CONI 3
Loading image... Loading image... Loading image... Loading image... Loading image... Loading image... Loading image... Loading image... Loading image... Loading image... Loading image... Loading image... Loading image... Loading image... Loading image... Loading image... Loading image... Loading image... Loading image... Loading image... Loading image... Loading image... Loading image... Loading image... Loading image... Loading image... Loading image... Loading image... Loading image... Loading image... Loading image... Loading image... Loading image... Loading image... Loading image... Loading image... Loading image... Loading image... Loading image...

Impossibile sintetizzare gli 85 minuti di a tu per tu di Totti con oltre 200 giornalisti. Dieci passaggi chiave della conferenza:

– Ho annunciato con una mail al Ceo della società, oggi, le mie dimissioni da dirigente della Roma. E’ un giorno che speravo non sarebbe mai arrivato

– Dico che non e’ stata colpa mia perchè non sono mai stato coinvolto in un progetto tecnico. Il primo anno ci poteva stare, ma poi mi ero fatto delle idee chiare

– Il mio è un arrivederci, non è un addio alla Roma perché vista dall’esterno è impossibile tenere fuori Totti dalla Roma. Mi dà fastidio e da romanista non penso che possa succedere.

– Adesso prenderò altre strade, e nel momento in cui un’altra proprietà punterà forte su di me io sarà sempre pronto

– Il futuro? Nel prossimo mese valuterò le tante offerte che mi sono arrivate e sceglierò col cuore quella che più mi si addice

– È sempre stato un pensiero fisso di alcune persone di levare i romani dalla Roma. Alla fine è prevalsa la verità, sono riusciti a ottenere quello che volevano

– Il mio rapporto con Franco Baldini? Non c’è mai stato un rapporto e mai ci sarà. Uno dei due doveva scegliere, e mi sono fatto da parte io perché troppi galli a cantare non servono in una società, fanno solo casini e danni. E alla fine quando cantavi da Trigoria non lo sentivi mai il suono, l’ultima parola spettava sempre a Londra. Era inutile dire cose fare, l’ultima parola spettava ad altri, perciò era tempo perso

– L’unico allenatore che ho chiamato di persona è stato Antonio Conte. Gli altri nomi che ho letto in questi giorni, da Gattuso a Gasperini, da De Zerbi a Mihajlovic, sono pura fantasia, anzi fantascienza

– Se vado allo stadio l’anno prossimo? Certo che ci andrò, sono sempre tifoso della Roma. Anzi, sapete che faccio? Prendo Daniele e insieme andiamo a vedere una partita in Curva Sud

– Se Malagò un giorno dovesse diventare presidente della Roma di certo mi chiamerà. Anche perché tutti dicono che è mio amico, quindi avrò tutte le porte aperte, avrò un po’ più di fiducia e di potere

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.