Benatia: “Questa Roma non è al top, la storia del Bayern è...

Benatia: “Questa Roma non è al top, la storia del Bayern è un’altra cosa”

SHARE

benatiaIL MESSAGGERO.IT- Una classica conferenza stampa di presentazione degna di una sfida da Champions Lague, certo, ma anche un déjà vu importante quello di Mehdi Benatia con la Roma, ospite a Monaco di Baviera domani sera contro il Bayern.
Obiettivo sulla Roma «Domani una gara difficile, il fatto che abbiamo vinto 7-1 i giocatori saranno arrabbiati e faranno di tutto per far vedere un’altra roma. Abbiamo un grande rispetto per questa squadra che ha fatto molto bene. La Roma delle ultime settimane non è quella delle ultime stagioni ma resta una Roma forte. Con le nostre qualità possiamo metterli in difficoltà».

Bayern avanti in Champions
«La vittoria domani sarà un grande passo verso la qualificazione, sarà fondamentale per passare il turno il più velocemente possibile. Abbiamo fatto il pieno fino ad ora, non abbiamo mollato neanche un punto».

Il mondo Bayern e la Roma «E’ difficile fare un paragone, Roma è una delle squadre più importanti in Italia non per quello che ha vinto ma per quello che la società ha voglia di fare. Hanno giocatori di qualità, una squadra di giovani ed in questo è simile al Bayern. Sul piano internazionale il Bayern ha qualcosa in più, lo dicono i fatti, i trofei, la storia del Bayern è un’altra cosa. Possiamo fare un paragone con altre squadre come Barcellona. Sul 7-1 non c’è una differenza così con la Roma, dispiace che sia successo soprattutto con la Roma e a Roma ma sono felice dei tre punti».

Guardiola e Garcia a confronto
«Guardiola ha vinto tutto, ha qualcosa in più. Con Garcia stavo bene, ha sempre fatto un grande lavoro a Roma. Il mister tatticamente è un fenomeno, l’atteggiamento che abbiamo avuto a Roma non se lo aspettava nessuno».

I giocatori più forti della Roma «Tutti i giocatori possono fare gol, era così anche lo scorso anno. Il capitano, Totti se ha spazio te la butta dentro, Gervinho più molto veloce, Pjanic ha la sua qualità».

Le difficoltà della Roma «Dopo la sconfitta con la Juve con il Bayern stanno passando quindi un periodo più difficile. Sento sei sette giocatori ogni settimana al telefono, ma stanno bene. Non so perché hanno perso 7-1»

I fischi all’Olimpico «Non li ho sentiti. Me li aspettavo anche di più, tutta l’estate era stato complicato».

NO COMMENTS

Comments are closed.