Diktat Uefa: obbligo di lieto fine

Diktat Uefa: obbligo di lieto fine

SHARE

Ieri l’Uefa ha ribadito nuovamente la sua posizione riguardo campionati, date e calendari, alle 55 federazioni in videoconferenza: «La nostra raccomandazione è quella di concludere la stagione, e dunque non solo i campionati ma anche le coppe nazionali». Un diktat più che un suggerimento. L’Olanda, però, intende sospendere la stagione 2019/20, in base alla decisione del governo di bloccare tutti i grandi eventi fino al 1º settembre.

«Alcuni casi specifici saranno valutati appena pronte le linee guida per la partecipazione alle competizioni europee in caso di annullamento di un campionato spiega Nyon, che non trascura le nazionali. Allo studio ci sono varie ipotesi di calendari anche per le nazionali oltre che per i club», ha aggiunto l’Uefa. Secondo L’Equipe il 3 agosto è il termine ultimo per concludere i campionati nazionali, mentre la finale di Champions si disputerà il 29 agosto, quella di Europa League il 26 o 27 agosto. L’organismo europeo ha ribadito, inoltre, il massimo impegno a rispettare i pagamenti per quanto riguarda i fondi destinati alle federazioni attraverso il programma Hat Trick.

Dal Brasile, intanto, fa discutere l’invito dell’Organizzazione Mondiale della Sanità ai vertici Uefa di sospendere ogni attività calcistica fino alla fine del 2021.

Fonte Il Messaggero

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.