Napoli-Roma, pari d’oro ma serviva più coraggio nel finale

Napoli-Roma, pari d’oro ma serviva più coraggio nel finale

SHARE

IL ROMANISTA (D. LO MONACO) – L’episodio simbolico della sfida è stato quello avvenuto quasi allo scadere dei tempi regolamentari, con la Roma che finalmente aveva rimesso la testa fuori dal guscio fino a conquistare due calci d’angolo consecutivi […]. Lì una squadra matura e spavalda avrebbe potuto anche decidere di cogliere l’occasione e tentare l’iniziativa offensiva, alzando i suoi saltatori di testa fino nell’area avversaria, costringendo il Napoli a preoccuparsi, calciando quei corner per cercare il raddoppio, forzando la sorte nel nome della mentalità che Di Francesco sta cercando da tempo di dare alla squadra […].

Così i giocatori della Roma […] hanno deciso solo di provare a far passare del tempo, tenendo il pallone in zona offensiva (sul secondo corner) per quei pochi secondi che sono serviti a El Shaarawy per inciamparci sopra e consegnarlo agli avversari. Lì è ripartita l’azione del Napoli[…]. Un finale beffardo, ma con una forte connotazione simbolica. Sia chiaro, il pareggio è d’oro e quanto meno tiene la squadra in rotta di galleggiamento […] ma se si vuole riprendere il volo bisogna ricominciare a pensare in grande. E magari si vedrà perché poi oggi i (pochi) giocatori a disposizione sembrano tutti al limite delle loro capacità atletiche.

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.